Verrano celebrati a Roma 2000 anni di "Pax Romana"

    Con una cerimonia a Roma alla quale parteciperanno rappresentati dell'ambasciata americana ed esponenti italiani verraà celebrato il bimillenario della Pax Romana istituita dall'imperatore Ottaviano Augusto.

    La cerimonia si svolgerà nel mausoleo che Augusto fece costruire per sè e i propri discendenti nella parte nord del Campo Marzio, tra il Tevere e la Via Flaminia, e che fu a quel tiempo la più grande e maestosa tomba mai construita in Italia. In gran parte demolito, il mausoleo fu scoperto casualmente nel 1777.

    Al centro del mausoleo sorge l'Ara Pacis, orgoglio dell'archeologia italiana, che fu inaugurato il 4 luglio del 13 avanti Cristo e simboleggia l'unificazzione d'Italia e il consolidamento dell'Impero Romano, nel Mediterraneo e in Europa, che diede luogo a due secoli di crescita economica e di relativa tranqillità.

    La delegazione americana consegnerà agli esponeti italiani ina targa offerta dal "Project Italia" della Society for Italic Studies statunitense. La targa, trilingue (in inglese, italiano e latino) dice: "Noi, del nuovo mondo (U.S.A.), discendenti dell'antica Italia, riconosciamo e celebriamo l'anniversario dei duemila anni della Pace Romana, istitutrice della civilizzazione occidentale."

    La Society for Italic Studies ricorda a questo proposito che il 4 luglio ricorre l'anniversario dell'Indipendenza statunitense e che nacquero durante la Pax Romana molti ideali poi abbracciati dagli americani: il ruolo della legge, l'eguaglianza sociale della donna, la presunzione di innocenza nei processi penali, educazione pubblica, assistenza all'infanzia, cittadinanza universale e cristianità.

    Della Society for Italic Studies fanno parte numerosi esponenti del mondo accademico americano di origine italiana.

 

  Back to the home page     Door